Esame IEP 15/01/2021

Esercizio Google Spreadsheet – Assicurazioni per cavalieri (1h)

  • ESERCIZIO GDoc  Apritelo in google drive e fate File->Salva una copia (se non funziona copiate le celle e incollatele in un nuovo spreadsheet)
  • SOLUZIONE GDoc (si possono vedere le formule senza salvare, ma se volete anche vedere la formattazione condizionale dovete anche qui fare File->Salva una copia)

NOTA: non sono certo un esperto di assicurazioni, sono solo un pretesto per scrivere formule in fogli di calcolo. Quindi non prendetele troppo sul serio e prima di stipulare una polizza informatevi a dovere!

Re Excelsus ogni anno indice un torneo a cui partecipano decine di impavidi cavalieri da tutto il regno. Per dimostrare il proprio valore, i partecipanti effettuano una gara divisa in tre prove: la prova del fuoco, la prova del basilisco dallo sguardo che pietrifica, e infine il  temuto combattimento contro il temuto dragone. Per ogni tipo di prova i cavalieri ricevono un voto da 0 a 100 da parte della giuria, ed infine i voti vengono sommati pesando ciascun voto con pesi da 0.0 a 1.0.  Se un cavaliere ottiene un minimo di 60 punti, ha diritto ad un premio di superamento prove. Il primo in classifica riceve un ulteriore premio – nota: se ci sono parimerito, entrambi hanno diritto al premio (senza dividere).

Queste prove sembrano e sono pericolose: sovente i cavalieri più maldestri ne escono con armatura e ossa rotte, per non parlare di tutti i danni subiti dal palazzo reale a seguito di bagordi fino a notte fonda. Ma Re Excelsus è previdente, e ha stipulato una polizza responsabilità civile presso Arcana Assicurationis per coprire eventuali danni. La stipula prevede una parte di costo fissa, più una variabile, secondo il principio che il contraente della polizza (in questo caso il Re) non viene mai risarcito completamente, per responsabilizzarlo ed evitare frodi.

Un danno può essere di tipo biologico o alla cose. Per calcolare l’ammontare di denaro risarcito,  gli alchimisti di Arcana Assicurationis hanno definito due parametri: la franchigia relativa (scriviamo ‘relativa’ per precisione, ma puoi ignorare l’aggettivo) e il cosiddetto ‘scoperto’. Ognuno di questi due parametri, combinato con l’ammontare del danno determina una soglia: il massimo tra le due soglie sarà quello che il Re sarà comunque tenuto a risarcire di tasca propria. Il resto verrà risarcito dall’assicurazione. 

NOTA: Ai fini dell’esercizio, non importa realmente sapere il significato dei parametri, basterà tradurre la consegna in formule Excel. 

IMPORTANTE: devi inserire nelle celle coi bordi viola le formule che lo calcolano, NON limitarti a scrivere  un numero !!!

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE